Centro di Orientamento e Sostegno sociale per Famiglie

di Redazione

Centro di Orientamento e Sostegno sociale per Famiglie

Area di intervento

Tutela dei diritti e advocacy

Periodo

Da maggio 2016 ad aprile 2017

Località

Area metropolitana di Roma

Finanziatori

Fondazione Asilo Savoia

Descrizione progetto

L'obiettivo del progetto è promuovere la fuoriuscita delle famiglie più vulnerabili dalle condizioni di povertà ed emarginazione sociale, sostenendone l'accesso ai diritti e la riconquista di autonomia. L'intervento è indirizzato a famiglie socialmente ed economicamente vulnerabili dell'area metropolitana di Roma. In particolare, alcune delle azioni sono dirette specificatamente a famiglie in stato di povertà "conclamata", mentre altre si rivolgono in maniera più ampia a famiglie socialmente ed economicamente vulnerabili, anche in una ottica di prevenzione dell'approfondirsi delle condizioni di povertà ed emarginazione.

In particolare si stima di raggiungere ed assistere oltre 1.000 nuclei famigliari nel corso di un anno.

Il progetto prevede le seguenti azioni:

1) Orientamento, mediazione sociale e culturale, accompagnamento ai servizi. Si tratta di uno sportello in grado di accogliere le famiglie, decodificare i loro bisogni (sociali, sanitari, educativi, burocratici), ed accompagnarle in un percorso di superamento di tali bisogni - anche grazie alla collaborazione in rete con le altre risorse del territorio (uffici pubblici, associazionismo, imprese private);

2) Consulenze legali, sanitarie, psicologiche. Grazie ad una serie di medici, avvocati e psicologi volontari è possibile fornire alle famiglie vulnerabili assistenza qualificata sulle materie citate;

3) Sostegno didattico per alunni svantaggiati. Il basso livello di istruzione crea troppo spesso un circuito vizioso di povertà e esclusione sociale. Per questo è fondamentale investire sul successo scolastico dei minori provenienti da famiglie vulnerabili. I volontari del progetto affiancano i minori a rischio di dispersione scolastica  aiutandoli nella didattica e nell'acquisizione di un metodo di studio efficace.

4) Residenza anagrafica e servizio postale per famiglie senza fissa dimora. Grazie a una convenzione con Roma Capitale il progetto fornisce a famiglie e persone in emergenza alloggiativa un indirizzo presso il quale prendere la residenza. Questo permette loro di rinnovare i documenti di identità e accedere ai servizi sociali e sanitari essenziali.

5) Servizi diurni per famiglie senza fissa dimora. Attraverso una serie di prestazioni di emergenza si mira da una parte ad alleviare gli effetti più negativi della povertà e dall'altra di "agganciare" nuovi nuclei famigliari facendoli accedere alle altre prestazioni del progetto. Si tratta ad esempio di distribuzione di coperte, biancheria, bevande calde; acquisto di medicine o tessere dell'autobus; offerta di un luogo caldo e accogliente per riposarsi.

Partner

Il progetto si avvale della collaborazione di decine di soggetti pubblici, privati o del terzo settore con i quali è attiva una collaborazione - a volte formalizzata da un apposito protocollo.