Corpi Civili di Pace - Dealing with the Future

di Redazione

Corpi Civili di Pace - Dealing with the Future

Settore e area di intervento

Settore e Area di Intervento: 1. zone a rischio di conflitto o post conflitto

Campo di azione: a) sostegno ai processi di democratizzazione, di mediazione e di Riconciliazione

Periodo

Avvio previsto giugno 2017. Durata 12 mesi

Sede di svolgimento

Sede per  l'Italia: FOCUS - Casa dei Diritti sociali, Piazza Vittorio Emanuele II n.2 00185 Roma  

Sede per il Libano: Un ponte per … Baouchrieh,  Rawda street  n. 1309, Beirut.

Finanziatori

Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale

Descrizione progetto

L'obiettivo generale è sostenere e potenziare i processi di inclusione sociale, democratizzazione e mediazione promossi dalle organizzazioni locali partner nell'area di Beirut con giovani rifugiati palestinesi e siriani e giovani attivisti libanesi. I volontari partecipano nelle seguenti attività:

1 - I volontari svolgono incontri con gli educatori del Permanent Peace Movement per studiare i moduli pre-esistenti e sviluppare nuovi percorsi di peacebuilding per gli School Parliaments.

2 - I volontari entrano nelle scuole con gli operatori del Permanent Peace Movement e intervengono dove possibile in lingua araba, o coadiuvati dagli educatori del Permanent Peace Movement per la traduzione, portando esempi sul ruolo dei giovani come operatori di pace in altri contesti e altri conflitti.

3 - I volontari seguono gli studenti palestinesi degli School Parliament nell'organizzazione di attività mensili, stimolandoli ad incontrarsi e dando loro suggerimenti sulle metodologie di lavoro comune e di organizzazione di attività, se necessario, o favorendo la coesione degli attivisti perché non si disperdano nel lavoro extra-scolastico.

4 - I volontari facilitano assieme al Children Youth Center la convocazione degli incontri con giovani profughi palestinesi e palestinesi provenienti dalla Siria, e partecipano attivamente alle dinamiche di gruppo.

5 - I volontari sostengono gli School Parliaments e gruppi di giovani attivisti palestinesi nell'organizzazione congiunta di un Forum.

6 -  I volontari lavorano con il core group di Out of the Siege per convocare altri attivisti, stimolano team building e programmazione comune da parte del gruppo.

7 - I volontari coordinano la ricerca partecipativa, ne forniscono la metodologia e sono responsabili della stesura di un rapporto finale in lingua inglese sui bisogni dei giovani libanesi, palestinesi e siriani per la trasformazione nonviolenta dei conflitti tra le loro comunità.

8 - I volontari seguono il gruppo nell'elaborazione del programma di azione, aiutando se necessario a sviluppare una Theory of Change da cui segua un piano strategico ed efficace. In base a questo, sviluppano poi un piano di sostegno da parte dei Corpi Civili di Pace, se richiesto dagli attivisti locali.

9 - I volontari  accompagnano gli attivisti locali nell'organizzazione e svolgimento delle attività, stimolando la programmazione di azioni di peacebuilding innovative e coinvolgenti per i giovani, nell'ambito di una campagna unitaria e strategica.