Dall’Emergenza ai Diritti. Strategie di lotta alle Povertà

di Redazione

Dall’Emergenza ai Diritti. Strategie di lotta alle Povertà

Area di intervento

Tutela dei diritti e Advocacy

Periodo

Da settembre 2016 a ottobre 2017

Località

Area metropolitana di Roma

Finanziatori

Fondazione Italiana Charlemagne Onlus

Descrizione progetto

Il progetto si pone l'obiettivo generale di contrastare la povertà e l'emarginazione sociale, di favorire la fuoriuscita delle persone vulnerabili da tali condizioni e promuovere per loro l'accesso ai diritti e il recupero di una piena autonomia e dignità. Beneficiari del Progetto sono le persone senza fissa dimora e le persone socialmente ed economicamente vulnerabili del comune di Roma e dintorni. L'intervento è realizzato attraverso cinque azioni fondamentali:

1) orientamento, mediazione culturale e accompagnamento ai servizi. Questo servizio offre accoglienza e ascolto a persone socialmente ed economicamente svantaggiate, informandole sui diritti fondamentali e sui servizi presenti sul territorio. Sono previsti mediatori madrelingua per superare le barriere linguistiche e culturali e operatori per favorire un'assistenza diretta riguardo le pratiche burocratiche, i servizi specifici per le persone migranti e l'accompagnamento ai diversi servizi territoriali;

2) consulenze legali, sanitarie e psicologiche vengono offerte attraverso un gruppo di avvocati, medici e psicologi volontari.  L'assistenza ed il patrocinio legale sono attivati su materie penali, civili, di diritto del lavoro e di famiglia. Le consulenze sanitarie hanno invece una funzione fondamentale nel promuovere un reale accesso al servizio sanitario da parte di soggetti particolarmente svantaggiati e che spesso, per barriere culturali o diffidenza verso le istituzioni sanitarie, rischiano di trascurare sintomi anche gravi di malessere psico-fisico. Il supporto psicologico, infine, serve ad accompagnare e sostenere le persone vulnerabili nei passaggi delicati e difficili del loro percorso, ma anche ad individuare problematiche e bisogni che in un primo momento non erano emerse. E' inoltre attivo nella sede un ambulatorio ginecologico, dove le donne possono accedere gratuitamente a tutte le prestazioni ginecologiche erogate dai medici volontari.

3)  residenza anagrafica e servizio postale per persone senza dimora. Grazie ad una convezione stipulata con Roma Capitale, FOCUS CDS offre alle persone senza fissa dimora la possibilità di ottenere una residenza anagrafica presso la sede di via Giolitti 225. Collegato alla residenza è il servizio postale, ovvero la possibilità di ricevere e ritirare comunicazioni presso tale sede;

4) unità mobile e sportello itinerante per favorire l'emersione del disagio. L'intervento consiste nell'intercettare le persone che vivono in strada o che si trovano in condizioni di disagio estremo e fornire loro un primo orientamento ed indirizzarle presso la sede di via Giolitti per un supporto più specifico. Si fornisce inoltre la copertura di luoghi poco accessibili normalmente lasciati scoperti dalle altre unità di strada. L'Unità Mobile ha come obiettivo quello di individuare le situazioni meno manifeste di disagio estremo e che più difficilmente emergono. Particolare attenzione è posta ad esempio alle baraccopoli sui greti dei fiumi romani, alle numerose occupazioni di stabili, ai campi nomadi non autorizzati. Le uscite sono settimanali ed i territori monitorati comprendono prevalentemente l'area centrale della città (Municipi I e II) e le periferie del quadrante est (Municipi III, IV, VII);

5) servizi diurni per persone senza fissa dimora, quali distribuzione di coperte, sacchi a pelo, vestiti e biancheria pulita, utilizzo dei servizi igienici, acquisto di biglietti e tessere metrobus, ricarica elettrica dei cellulari, distribuzione di panini e bevande calde, riposo in un ambiente caldo e accogliente, possibilità di effettuare telefonate per rispondere ad annunci o altre necessità, contatti con circuiti di assistenza (SOS sociale, enti religiosi ecc.) per l'inserimento in accoglienza notturna, acquisto farmaci (esclusivamente dietro prescrizione medica), deposito bagagli, documenti personali ed altro.

Tali attività sono svolte nella sede storica del Centro Esquilino di via Giolitti, situato in una posizione strategica adiacente alla Stazione Termini. Per questo motivo - unitamente alle attività svolte e ai servizi erogati - la sede, che accoglie ogni anno centinaia di utenti, rappresenta da tempo un punto di riferimento fondamentale per le persone con disagio sociale.

Partner

Il progetto si avvale della collaborazione di decine di soggetti pubblici, privati o del terzo settore con i quali è attiva una collaborazione - a volte formalizzata da un apposito protocollo.