Servizio Civile Nazionale - Tutela dei Diritti e Advocacy

di Redazione

Servizio Civile Nazionale - Tutela dei Diritti e Advocacy

Settore e area di intervento

A 04 - Assistenza Immigrati e Profughi

Periodo

Dal 2010

Sede di svolgimento

Roma, Bologna, Tivoli (RM), Latina, Gaeta (LT), Viterbo, Arce (FR), Maddaloni (CE), Napoli, Matera, Cosenza

Finanziatori

Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale

Descrizione progetto

Il progetto mira a intervenire sull'integrazione sociale e culturale delle persone straniere, con particolare attenzione ai migranti di recente arrivo in Italia e/o a quelli che presentano una fragilità sociale ed economica. L'obiettivo generale del progetto è quello di prevenire l'esclusione e promuovere processi di integrazione e conquista di una piena autonomia socio economica dei cittadini stranieri. Il progetto prevede le seguenti attività:

1. Sportelli di orientamento

I volontari saranno parte integrante del gruppo di lavoro che gestisce gli sportelli, e si occuperanno in particolare di:

- aggiornamento del data base informatico dei servizi territoriali: reperimento delle informazioni on line e per telefono, inserimento delle informazioni nel terminale;

- accoglienza e primo orientamento degli utenti sui diritti e sui servizi territoriali; inizialmente si tratterà essenzialmente di affiancare altre figure più esperte. Gradatamente i volontari acquisiranno un sempre maggior grado di autonomia;

- invio ai volontari esperti (esperti di orientamento, avvocati, psicologi, ecc) per le prestazioni specialistiche;

- compilazione delle schede degli utenti (nel rispetto della normativa sulla privacy).

2. Accompagnamento ai servizi

I volontari potranno svolgere l'accompagnamento dei destinatari presso i servizi territoriali (questure, ambulatori, servizi sociali, ecc). Anche in questo caso inizialmente si tratterà di un affiancamento a volontari più esperti e poi i volontari agiranno in maniera via via più autonoma.

3. Mediazione linguistica a culturale

I volontari potranno svolgere il lavoro di mediazione solamente laddove siano selezionati giovani che possiedono attestati o competenze ed esperienze adeguate a questa mansione. In caso contrario il loro ruolo riguarderà comunque la segnalazione di casi in cui serve la mediazione e i contatti con i mediatori stessi.

4. Campagna di sensibilizzazione

I volontari collaboreranno a:

- riunioni di redazione di newsletter e sito

- ndividuazione e selezione delle notizie per newsletter, sito, pagina Facebook

- redazione dei testi per gli strumenti di comunicazione di cui sopra

- pubblicazione on line dei testi

- progettazione dei contenuti degli eventi pubblici

- preparazione logistica degli eventi

- gestione degli eventi durante il loro svolgersi